Il biologico costa troppo? Per rispondere, bisogna capire cosa si sta acquistando davvero quando si acquista un prodotto bio.

I prodotti biologici stanno conquistando una fetta sempre più ampia del mercato alimentare, trainati dalla crescita della grande distribuzione che sta aumentando sempre di più l'offerta bio. Secondo i dati Nielsen diffusi nei giorni scorsi da AssoBio, nel primo trimestre del 2017 i supermercati hanno registrato un aumento del 19.7% delle vendite di prodotti bio. Il maggior incremento (+31.7%) lo hanno registrato i discount, ovvero quei negozi che puntano sul prezzo più basso. E questo ci suggerisce 3 riflessioni sul prezzo dei prodotti a marchio bio.

1. I prodotti biologici costano di più

Non si scappa, i prodotti biologici costano più di quelli convenzionali. I motivi principali sono due: le rese minori (perché non si possono usare fertilizzanti chimici) e i costi di produzione maggiori (perché non si possono usare pesticidi chimici).

Può esistere un biologico a basso costo, basato su materie prime genuine lavorate all'interno di una filiera industriale o semi-industriale, ma costerà sempre più dei prodotti convenzionali che possono vantare rese più alte e costi di produzione più bassi. 

Detto questo, non credo ci sia nessun valido motivo per cui una famiglia debba rinunciare al biologico (a meno che non si trovi in stato di povertà). infatti se si elimina almeno una parte di tutte le merendine, snack, bibite zuccherate e, in generale, del cibo spazzatura che la maggior parte delle famiglie acquista regolarmente al supermercato si può tranquillamente passare a un'alimentazione sana e sostenibile senza alcun costo aggiuntivo.

Ribadisco il concetto: tutti possono mangiare bio senza costi aggiuntivi se si affida a un'alimentazione sana. Risparmierà infatti sul costo del cibo spazzatura che tra l'altro, essendo scarso di nutrienti, non sazia davvero ma solo momentaneamente.

2. Il bio non è un marchio di qualità

Il certificato biologico indica la genuinità delle materie prime utilizzate (ci dice che non sono state trattate con sostanze chimiche e che non sono organismi geneticamente modificati), ma non indica la qualità del prodotto finito.

La verità è che, in linea di massima, i prodotti biologici non sono più buoni. In rete potete trovare molti esperimenti (come quello dei due olandesi che hanno proposto un panino di McDonald's a una fiera del biologico ricevendo molti complimenti). Del resto fertilizzanti e pesticidi non influiscono direttamente sul gusto del prodotto. 

Non solo, ma i prodotti bio non hanno nemmeno migliori proprietà nutrizionali. Una rassegna sistematica realizzata dalla Food Standard Agency sugli articoli scientifici pubblicati dal 1958 al 2010 che hanno messo a confronto le proprietà nutrizionali dei prodotti convenzionali e biologici ha rivelato che (salvo alcuni casi) nemmeno queste sono superiori. 

Con il surplus di prezzo, dunque, non state acquistando gusto o proprietà nutrizionali. State acquistando la sicurezza di non assumere (o comunque di assumere meno) sostanze chimiche e state finanziando la sostenibilità del sistema agricolo mondiale, che nelle versioni più intensive ha portato a un drammatico impoverimento dei terreni coltivati.

3. La qualità costa ancora di più

Se quello che cercate è un prodotto che oltre a essere biologico sia anche di alta qualità non potete accontentarvi della fogliolina su sfondo verde. Quello che dovete cercare è anche altro.

Materie prime non solo biologiche, ma di alta qualità come possono essere le varietà antiche (come il grano Senatore Cappelli) o locali (ad esempio le mandorle di Toritto o le olive majatica). Queste materie prime si sono affermate per le loro superiori caratteristiche organolettiche o nutrizionali e dunque sono generalmente superiori alle varietà più diffuse.

Lavorazioni artigianali o semi-artigianali, come la molitura a pietra delle farine o l'essiccazione a bassa temperatura della pasta. Le lavorazioni non invasive, infatti, non denaturano le caratteristiche nutrizionali e organolettiche delle materie prime e determinano migliori valori nutrizionali, maggior presenza di vitamine, sali minerali e altri micronutrienti, profumi più intensi e sapori più marcati e ricchi.

Matteo Lusiani Sa di non sapere, per questo si informa.

Acquista online

Prodotti biologici di alta qualità dai migliori territori d'Italia, con spedizione gratuita da 39€.

Scopri il catalogo

NEWSLETTER NEWS/OFFERTE

Ogni lettore è una persona che sa delle cose in più e che può cambiare il mondo dell'agroalimentare.

Iscriviti alla newsletter

La nostra filiera

La Filiera Biologica AmoreTerra, coltivazioni e trasformazioni, trasparenti in etichetta.

Scopri perché

Condividi