Uno dei più grandi insegnamenti di Sant'Agostino è saper guardare la natura e riconoscerne la bellezza.

Vivere di fretta sembra essere diventata la caratteristica della nostra quotidianità: siamo condizionati dalla paura di non riuscire a portare a termine gli impegni e veniamo sopraffatti dall'ansia di non rispettare l'agenda. Siamo distratti, e questa alienazione è causa di un sentimento di estraneità che ci fa percepire un senso di vuoto, ci rende insicuri e probabilmente anche meno felici. Il problema infatti è che questo stile di vita frenetico va a danno nostro e del nostro benessere. Ecco allora la necessità di ristabilire l'equilibrio nella nostra interiorità e di riscoprire la bellezza di ciò che ci circonda, attraverso un sentimento di rinnovata fiducia e di sano ottimismo. 

Ma come possiamo recuperare il valore unico, autentico e insopprimibile di noi stessi e, insieme, capire il valore e la bellezza della realtà in cui viviamo?
Se vogliamo affrontare questioni di questa importanza non si può non richiedere l'aiuto della filosofia. E per trovare le risposte che stiamo cercando dobbiamo individuare il pensiero di chi, meglio di altri, ha saputo trovare una soluzione a queste esigenze. È certamente difficile riuscire in questa operazione, proprio perché il pensiero filosofico è ricco e in continuo sviluppo ma, per i temi che si intendono trattare, Sant'Agostino si presenta come una figura fondamentale e indispensabile. Nei suoi Discorsi il filosofo ci offre una soluzione:

"Interroga la bellezza della terra, interroga la bellezza del mare, interroga la bellezza dell'aria diffusa e soffusa. Interroga la bellezza del cielo, interroga l'ordine delle stelle, interroga il sole, che col suo splendore rischiara il giorno; interroga la luna, che col suo chiarore modera le tenebre della notte. Interroga le fiere che si muovono nell'acqua, che camminano sulla terra, che volano nell'aria: anime che si nascondono, corpi che si mostrano; visibile che si fa guidare, invisibile che guida. Interrogali! Tutti ti risponderanno: Guardaci: siamo belli! La loro bellezza li fa conoscere. Questa bellezza mutevole... chi l'ha creata, se non la bellezza immutabile?"

Sant'Agostino invita a non ricercare la bellezza nelle cose particolari, perché quella stessa bellezza è sempre visibile, sempre presente e costantemente davanti ai nostri occhi. Proprio per questo bisogna riscoprire l'importanza e il valore della contemplazione, che non è il pure e semplice vedere, ma un serio e attento guardare, perché la consapevolezza del valore delle cose spinge l'uomo a ricercare il bello in tutto ciò che esiste.

Ma le parole di Agostino non insegnano solo questo. Insegnano altresì a comprendere il sentimento di meraviglia che colpisce l'occhio e l'animo di chi osserva: tutto il creato si presenta come massima espressione della verità e della purezza divina, verità e purezza che ogni uomo è in grado di comprendere, perché quelle stesse qualità sono già presenti nell'animo di chi osserva e richiedono solo di essere ritrovate. Comprendere tutto ciò che esiste non è solo un modo per avvicinarsi a Dio, ma rappresenta al tempo stesso lo strumento privilegiato per la salvezza dell'anima, che così ritrova la sua dimensione originaria di senso e di pace.

Ma come possono trovare terreno fertile queste considerazioni, in un momento come il nostro in cui il dominio della mentalità scientifica rifiuta l'esistenza di verità assolute e trascendenti? 
Anche volgendo in chiave laica quanto osservato fino ad ora, è possibile trarre delle grandi lezioni di vita, che se praticate con convinzione possono restituire senso autentico alla quotidianità di ciascuno e fornire una chiave di lettura per vivere una esistenza libera e in armonia con ciò che ci circonda.

1) Innanzitutto bisogna riconoscere il valore inestimabile di potersi considerare spettatori privilegiati di qualcosa di unico, forse inafferrabile e misterioso. E questo sentimento deve costituire la base di quella curiosità che ci spinge a comprendere tale meraviglia, di goderne ogni giorno, e di volersi soffermare sulle bellezze che rendono unici quei momenti. Per fare ciò basterebbe rivolgere un solo sguardo, ma uno sguardo attento, verso ciò che ci circonda, qualunque cosa essa sia, anche la più semplice. Questo sforzo deve essere compiuto da tutti, e soprattutto da chi si trova a dover affrontare situazioni di difficoltà che potrebbero giustificare indifferenza verso queste questioni. 

2) Infine è necessario capire che solo chi osserva con attenzione può trovare la bellezza che va cercando: il desiderio del bello di cui l'uomo è capace rappresenta un possibile strumento di soluzione dei problemi che affliggono la sua condizione. La meraviglia di tutta la realtà, di tutto ciò che esiste trova piena e perfetta corrispondenza nell'animo umano, e questa armonia con il tutto può rappresentare il punto di inizio della sua rinascita. Ecco perché la riscoperta e la tutela della natura saranno la cause principali della salvezza dell'uomo, tanto della Terra da cui dipende, quanto della sua dimensione interiore, perché ne costituisce l'alimento più puro. 

Non esiste un momento preciso della vita o un istante della giornata in cui può ritenersi giusto o sbagliato incominciare a riflettere sul senso di ciò che facciamo. Questo perché comprendere la radicale importanza di certe domande e risposte può davvero orientare le nostre azioni e determinare, per quanto possibile, il nostro futuro e quindi la nostra stessa vita fin dai suoi primi istanti. Probabilmente queste considerazioni saranno percepite da alcuni come scomode, inopportune o addirittura prive di senso, ma tali reazioni sono una chiara indicazione di come spesso si rifugga dalla responsabilità di decidere il meglio per il proprio futuro, scelta in cui si realizza in pieno il senso autentico dell'essere uomini.

Edoardo B. Bonelli La mente è come un paracadute, funziona meglio se è aperta.

Acquista online

Prodotti biologici di alta qualità dai migliori territori d'Italia, con spedizione gratuita da 39€.

Scopri il catalogo

NEWSLETTER NEWS/OFFERTE

Ogni lettore è una persona che sa delle cose in più e che può cambiare il mondo dell'agroalimentare.

Iscriviti alla newsletter

La nostra filiera

La Filiera Biologica AmoreTerra, coltivazioni e trasformazioni, trasparenti in etichetta.

Scopri perché

Condividi