Rende più digeribili i cibi (soprattutto i carboidrati), dà una sensazione di maggiore sazietà e tante altre cose che non avresti pensato.

Masticare? Cosa ci sarà mai da sapere sul masticare? Be’ in realtà, dietro questo gesto così automatico c’è tanto da sapere. Non ci credete? Allora facciamo un patto, se nelle prossime righe riesco a convincervi che masticare è importante, allora voi proverete a seguire i miei consigli per 10 giorni e poi ci fate sapere cosa è cambiato… affare fatto?

La digestione

Bene, partiamo da qui. La bocca non è solo un organo di senso, è anche l’inizio dell’apparato digerente, dove gli alimenti che mangiamo iniziano il loro viaggio per essere assimilati. In bocca inizia la digestione, in particolare quella dei carboidrati: infatti nella saliva è presente la ptialina, un enzima in grado di cominciare la scissione di amidi e carboidrati complessi in zuccheri più semplici. 

Inoltre la masticazione non solo tritura il cibo meccanicamente ma lo alcalinizza, favorendo l’attività degli enzimi presenti nello stomaco (dove il pH è molto acido) e le successive fasi digestive anche di proteine e grassi. Infatti, la digestione è costituita dall’alternarsi di fasi alcaline e acide lungo il tubo digerente, perciò se non mastichiamo a sufficienza tutto il processo è compromesso, e a lungo andare l’intestino potrebbe indebolirsi e ridurre la capacità di assimilazione.

Gli altri benefici della masticazione

Masticando rafforziamo il nostro sistema immunitario, che viene spinto a produrre linfociti T, e miglioriamo anche la postura, perché con i nostri denti agiamo su tutta la nostra spina dorsale. 

Inoltre viene stimolato anche il nostro sistema nervoso che controlla la fame e la sazietà, infatti è solo dopo circa un quarto d’ora che il cervello riceve il messaggio dell’arrivo del cibo e manda a sua volta un messaggio che attenua la fame, ma se mangiamo in fretta e non mastichiamo ecco che introduciamo più cibo. 

Infine, secondo la tradizione orientale, nella bocca passa il meridiano energetico dell’intestino crasso, quindi mentre mastichiamo stimoliamo l’intestino, come in un massaggio, agevolando la digestione e la regolarità intestinale.

Mastichiamo abbastanza?

Ed ecco la prima questione: mastichiamo abbastanza? Credo che in generale la risposta sia… no, non abbastanza. I ritmi compressi della routine quotidiana, spesso associati anche alla cattiva qualità dei cibi che mangiamo, molto raffinati, precotti o confezionati, sono complici della cattiva abitudine di mangiare in fretta e masticare poco.

Si ma quanto masticare, allora? Almeno 30, meglio 50 volte! Prendiamoci questo tempo per gustarci il cibo che scegliamo, per spezzare il ritmo della giornata, avremo giovamento non solo sulla qualità della digestione ma anche sulla efficienza e sulla lucidità mentale nelle ore successive. 

Quali alimenti scegliere?

Ed eccoci al secondo punto, quali alimenti scegliere per agevolare la masticazione? Scegliamo cibi sani che ci invoglino e ci ricordino di masticare più a lungo, ad esempio cereali integrali, verdure e legumi. Questi alimenti sono ricchi di fibre e nutrienti, ma affinché vengano correttamente assimilati è importante masticare, masticare, masticare! Invece i cibi raffinati (pane bianco, merendine, tramezzini, panini farciti, etc …) vengono solitamente masticati poco anche per colpa della consistenza molle. 

La digestione dei carboidrati, dopo la bocca, prosegue nell’intestino tenue: se vi giunge del cibo poco masticato il nostro corpo farà fatica ad elaborarlo. È per questo che spesso ci sentiamo appesantiti e gonfi.

Qualche scoperta

Con tutto questo masticare faremo anche delle interessanti scoperte.

  • Ad esempio che i cereali integrali sono dolci, più si mastica più il sapore aumenta, quindi anche la voglia compulsiva di dolce si calma.
  • Il senso di sazietà aumenta, quindi mangiamo meno, aspetto importante per chi vuole controllare il peso.
  • Restiamo sazi più a lungo ovvero la glicemia è più stabile, di conseguenza non avremo crisi ipoglicemiche a metà pomeriggio o cali di attenzione o nervosismo. Purtroppo se mangiamo cibi raffinati, anche se miglioriamo la digestione con la masticazione, non otteniamo tutti i benefici indicati sopra. Questi prodotti contengono molti zuccheri semplici che causano repentini aumenti della glicemia e dell’insulina e nel giro di breve tempo si va in ipoglicemia, facendoci entrare in un loop compulsivo di ricerca di cibo per compensare.

In sintesi questa “leggera ginnastica” migliora tutto il nostro corpo, ci aiuta a evitare gonfiori addominali, migliorare la digestione e a regolarizzare l’appetito. Insomma possiamo giovare notevolmente al nostro benessere “semplicemente” masticando, dedicando un po’ più di tempo ai pasti della giornata, meglio se in compagnia di persone che amiamo o con le quali siamo in sintonia, in una parola, creando ordine. Ti ho convinto?

Maura Bozzali Credo nel potere curativo del cibo.

Acquista BIO online

Biologico italiano, nostra produzione, spedizione gratuita da 39€.

Scopri il catalogo

NEWSLETTER & OFFERTE

Ogni lettore può cambiare e migliorare il mondo dell'agroalimentare.

Iscriviti alla newsletter

La nostra filiera

Coltivazioni e trasformazioni, dichiarate in etichetta.

Scopri perché

Condividi