Il timo è una piccola ghiandola che si trova al centro del nostro petto, sotto lo sterno. E’ attiva soprattutto durante l’infanzia e pare che con la crescita tenda a rimpicciolirsi, quasi a scomparire. 

Alimentazione e Yoga, come possono aiutarci?

Ancora oggi per la medicina non è ancora del tutto chiaro il funzionamento del timo e la sua utilità per la nostra salute.

Quello che è abbastanza chiaro è la funzione di tipo immunitario grazie alla produzione di cellule T (linfociti T) che servono a formare le difese immunitarie e uccidere i virus. Essa stimola anche i linfociti B a produrre gli anticorpi che combattono i batteri.

Nell’attuale stagione in cui raffreddori, mal di gola, influenze varie la fanno da padrone lo Yoga può aiutare a rafforzare il nostro sistema immunitario andando proprio a stimolare il timo. 

Ecco qua le asana (che lavorano su apertura del petto, del cuore e proprio su questa piccola e poco conosciuta ghiandola) che possono essere praticate a livello in qualche modo preventivo in quanto vanno a  rafforzare il nostro sistema immunitario e, quindi, le barriere contro le malattie (in primi quelle da raffreddamento). 

Bhujangasana (posizione del cobra) un aiuto anche contro il mal di schiena

È perfetta anche per chi soffre di mal di schiena grazie all’azione di rafforzamento della colonna vertebrale. Va anche a tonificare i glutei e ad allungare la muscolatura di addome, spalle e torace.

Per prendere la posizione si parte stesi a pancia in giù, con il dorso dei piedi a contatto con la terra. Tenendo le mani sotto le spalle, i gomiti piegati ben stretti al corpo e il pube ben premuto a terra solleviamo il busto cercando di allungare le braccia ma tenendo le spalle ben lontane dalle orecchie. Si può ripetere il movimento alcune volte prima di mantenere la posizione per almeno 20 – 30 secondi.

Marjariasana (posizione del gatto), la pratica per iniziare bene la giornata

Quest’asana, indicata all’apertura di ogni pratica ed al mattino appena svegli, dona flessibilità a tutto il dorso e alla schiena, la zona addominale, lombare e cervicale. Va anche a tonificare il sistema riproduttivo femminile e può essere praticata senza troppe controindicazioni (a parte il fatto di non contrarre troppo l’addome) anche in gravidanza. E’ una sequenza costituita da due tipi di movimenti (spesso si parla di gatto-mucca): si parte dalla posizione dei quattro punti (mani all’altezza delle spalle e ginocchia aperte quanto i fianchi), inspirando si solleva la testa e inarca la schiena, portando lo sguardo verso l’alto, espirando, si abbassa la testa e curva la schiena, come a formare una specie di “gobba”, rivolgendolo sguardo verso l’ombelico. Sono consigliate alcune ripetizioni (seguendo anche le proprie “necessità” del  momento).

posizioni yoga

Dhanurasana (posizione dell’arco) per donare elasticità e migliorare la postura

Si tratta di una posizione molto utile ed efficace. Migliora la postura, la muscolatura addominale, quella delle gambe e dona elasticità al corpo dopo la nottata. Ci si distende a pancia in giù, si piegano le ginocchia avvicinando i talloni ai glutei. Si vanno poi ad afferrare le caviglie o i piedi e si vanno a sollevare cosce, busto e capo. Volendo (per aumentare l’effetto su addome e apparato digerente si può oscillare avanti e indietro. 

Ma se nonostante queste pratiche “preventive” vi siete comunque beccati un bel raffreddore il nostro amato Yoga non ci lascia senza strumenti e ci propone altre posizioni (da fare ovviamente seguendo il proprio sentire e vedendo se ce la sentiamo comunque di praticare con il raffreddore: Yoga è prima di tutto studio ed ascolto di sé).

Adho Mukha Svanasana (posizione del cane a faccia in giù) per alleviare la congestione

Si tratta di una posizione molto utile ed efficace. Migliora la postura, la muscolatura addominale, quella delle gambe e dona elasticità al corpo dopo la nottata. Ci si distende a pancia in giù, si piegano le ginocchia avvicinando i talloni ai glutei. Si vanno poi ad afferrare le caviglie o i piedi e si vanno a sollevare cosce, busto e capo. Volendo (per aumentare l’effetto su addome e apparato digerente si può oscillare avanti e indietro. 

Ma se nonostante queste pratiche “preventive” vi siete comunque beccati un bel raffreddore il nostro amato Yoga non ci lascia senza strumenti e ci propone altre posizioni (da fare ovviamente seguendo il proprio sentire e vedendo se ce la sentiamo comunque di praticare con il raffreddore: Yoga è prima di tutto studio ed ascolto di sé).

Sasangasana (posizione del coniglio) la più dolce delle posizioni invertite contro raffreddore e sinusite

E’ una delle più semplici posizioni invertite (in cui cioè la testa si trova in una posizione più bassa rispetto al cuore) che permette di godere dei benefici di tali posture senza mettere sottosopra tutto il corpo. Partendo seduti sui talloni ci si piega in avanti andandosi ad appoggiare sulle cose con la fronte a terra davanti alle ginocchia. Allungando le mani all’indietro e afferrando i talloni con i pollici all’esterno e le altre dita verso l’interno si sollevano i fianchi portandoli verso l’alto, fino a che le cosce non sono pressoché verticali, e arcua la colonna vertebrale come una ruota. Avvicina la sommità della testa alle ginocchia il più possibile. Allevia il raffreddore e sinusite.

Halasana (posizione dell’aratro) per una migliore circolazione sanguigna

Molto utile per chi ha la sinusite, quest’asana aiuta anche la funzionalità delle ghiandole surrenali e della tiroide e migliora la circolazione sanguigna. Partendo sdraiati a terra, si alzano le anche dal terreno e si portano le gambe oltre il capo (le mani vanno mantenute sulla schiena se i piedi non toccano terra oppure vengono lasciate a terra). 

Per ulteriori informazioni potete contattarci su www.yoga-magazine.it

Sibilla Vecchiarino Mannarelli Yoga, Meditazione, Mudra, Pranayama, Ayurveda

Acquista online

Prodotti biologici di alta qualità dai migliori territori d'Italia, con spedizione gratuita da 39€.

Scopri il catalogo

NEWSLETTER NEWS/OFFERTE

Ogni lettore è una persona che sa delle cose in più e che può cambiare il mondo dell'agroalimentare.

Iscriviti alla newsletter

La nostra filiera

La Filiera Biologica AmoreTerra, coltivazioni e trasformazioni, trasparenti in etichetta.

Scopri perché

Condividi