Home / Farine / Grano tenero / Farina di grano tenero Gentil Rosso Tipo 2

Farina di grano tenero Gentil Rosso Tipo 2

Disponibile

La farina tipo 2 (o semintegrale) di grano antico Gentil Rosso è un prodotto straordinario per valori nutrizionali, profumi e sapori. Il Gentil Rosso, grano tenero coltivato da secoli nel Nord Italia, è la varietà con la più alta presenza di vanillina, che dona a questo prodotto un profumo e un'eleganza unici, che ritroverete anche nei prodotti finiti. È ideale per tutti i tipi di prodotti da forno, può essere sostituita in qualsiasi ricetta alla farina "0" o "00" nelle stesse dosi.

Peso netto: 500 g

2,30 €
Prodotto aggiunto al carrello
  • 100% Filiera italiana
  • 100% Prodotto italiano
  • A basso contenuto di grassi
  • Antica varietà
  • Contiene germe di grano
  • Laboratorio bio dedicato
  • Molitura a pietra
  • Senza sale aggiunto
  • Vegano
  • Bio
  • Icea biologico

Questa linea di farine è composta esclusivamente da grani antichi coltivati in Italia dalle aziende della filiera chiusa e controllata di AmoreTerra. La molitura avviene lentamente, a pietra e con altre tecniche non invasive, per non surriscaldare il prodotto e preservare le caratteristiche nutrizionali e organolettiche di ogni varietà di grano. Inoltre queste lavorazioni artigianali conservano il prezioso germe di grano, che non viene estratto ma rimane all'interno della farina donando un alto quantitativo di fibre, sali minerali e vitamine.

Perché la farina di grani antichi è meglio delle altre?

CODICE PRODOTTO

111

Ingredienti

100% Grano Gentil Rosso

Modalità di conservazione

Conservare in luogo fresco, asciutto e buio.

Luogo di produzione

Italia

Per 100g di prodotto
CALORIE 1449kj/343 kcal
GRASSI 2,9 g
di cui saturi 0,5 g
CARBOIDRATI 61 g
di cui zuccheri 1,2 g
FIBRE 9,0 g
PROTEINE 13 g
SALE <0,01 g

Ideale per

La farina integrale di grano tenero varietà Gentil Rosso è ideale per pane e pizza, ma anche per la preparazione di torte, dolci e biscotti.

Preparazione e cottura

È consigliabile associarla a lievito madre oppure a lievito naturale e sottoporla a tempi di lievitazione più lunghi rispetto ai tempi normali. Si consiglia anche di impastarla con acqua tiepida e, ovviamente, di evitare il contatto tra la parte lievitante ed il sale durante la preparazione di prodotti come pane, pizza, focaccia. Mantiene ottime performance anche se viene miscelata con altre farine o semole, purché siano di antiche varietà.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE